Voglio scrivere un articolo sull’ansia.

Ma non sull’ansia e basta. Ma uno sui famosi “5 piccoli e semplici passi per il tuo benessere“, “ansia: tre cose da smettere di fare per sconfiggerla“. E via di seguito.

Un articolo di quelli belli colorati con le immagini di tizi che si tengono la testa e siedono in modo preoccupato, tizie con almeno 4 punti interrogativi sulla testa che assumo si la posizione del pensatore, ma con espressione dolorantemente preoccupata, sopracciglie aggrottate nel sacro sforzo di mantenere chissà quale bomba al plutonio nucleare radioattivo di uranio impoverito con isotopi turbo incazzosi spaccanarici. Esatto. Proprio il tipo di bomba a cui stavi pensando. Uno di quelli con le vignette di Charlie Brown. (Ho cercato io per te).

Che più sfigato di Charlie Brown c’era solo Remì. Dolce…. dolcissimo Remì.

immagine presa da: http://www.oasidelleanime.com/minisiti/remi/varie/index.htm

Ma torniamo a noi.

Ecco a voi 7 magici (e realizzabili) passi per sconfiggere l’ansia.

Passo omeopatico. L’omeopatia è quella cosa che dice che “il simile si cura col simile”. Quindi sii omeopatico: svegliati alle 3 di notte. Assumi allucinogeni e guarda L’Esorcista. Dovresti guarire.

Passo salutistico: I benefici delle passeggiate in montagna sono oramai una certezza. Ma troppo verde bosco, potrebbe nuocere gravemente all’ansia. Rischieresti addirittura di stare meglio. Hai visto mai che la teoria del paradosso funziona ed è meglio che stai chiuso in casa? Non rischiare.

Passo dance: Ammettilo: hai sempre pensato che John Travolta in Grease sia un gran fico. Ti sembra ansioso John? No. E sai perchè? Perchè balla. Trova una discoteca, assumi ketamina e balla per ore e ore. Se senti il cuore che sta per scoppiare di sicuro non è per motivi d’ansia.

Passo buddhista: ingrassa, assumi un’espressione saggia, ma non troppo saggia. Parla piano. E parla poco. Conosci quella teoria che dice che che modificando le espressioni facciali sia possibile sentire proprio quell’emozione che stai mimando? No? Nemmeno io. Ma potrebbe funzionare. Sii come Buddha. E la letizia ti avvolgerà come un’anaconda avvolge un capibara.

Passo Ayhurvedico. Mangia vegano-crudista e curati con radici, tuberi e medita. Se sei ansioso è perchè dentro di te alberga un Conan il Distruttore feroce e sanguinario, con gli occhi iniettati di sangue. Solo che ha il guinzaglio e ringhia senza potersi muovere di un centimetro. Per questo tu sei ansioso, per colpa sua. Non hai bisogno di aumentare il suo furore con altro manzo. Che il daikon diventi il tuo motivo di esistenza. Dovresti guarire.

Passo astrologico. Tanto lo so che sei un fan accanito di Paolo Fox e del Mago Otelma. Quindi per favore, quando ti svegli al mattino e Paolo ti dice: “Ehy… fai una cosa: stai a casa oggi. E’ venerdì 17, periodo di caduta tegole. Poi fai come ti pare…, ma non dire poi che non ti avevo avvertito.” Ecco. Stai a casa cosi eliminiamo anche l’ansia dovuta alla tegolafobia. Avanti così.

Passo culinario. E’ risaputo che l’ingrediente segreto di ogni piatto è l’ammore. Ma è famoso anche il fatto che sei preoccupato ansioso e depresso, qualsiasi cosa tu cucinerai, avrà il sapore dell’acqua ragia. Quindi iscriviti a Masterchef e quando Bastianich ti insulterà (perchè tanto lo farà), darai la colpa al tuo psicoterapeuta. Avrai comunque perso, ma almeno avrai dato la colpa a qualcun altro. E non avrai più l’ansia di poter vincere. Se ci pensi è’ una vittoria.

Tratto da “L’ironia è un cosa seria“. Che non ho ancora scritto.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>